+

20 settembre 2020: Edizione speciale del mercatino dei produttori e giornata dell’archeologia

Domenica 20 settembre siete tutti invitati a fare un giro per Sant’Ambrogio, dove troverete un’edizione ampliata del mercatino dei produttori locali e l’opportunità di scoprire l’interessante storia del nostro paese! Dalle 16,30 sarà poi possibile ascoltare un po’ di musica franco occitana dal vivo con la band Libera Suoneria.

Per le visite guidate, vi ricordiamo che è necessaria la prenotazione, effettuabile direttamente qui su Facebook o Instagram.

Le occasioni estive per scoprire cosa vedere a Sant’Ambrogio

Gli appuntamenti con le visite guidate al centro storico di Sant’Ambrogio, un borgo medievale da sempre in stretto contatto con la Sacra di San Michele

+

Un programma estivo di visite guidate gratuite al centro storico di Sant’Ambrogio

Immaginate di essere di ritorno da una bella gita alla Sacra di San Michele e di avere voglia di scoprire ancora qualcosa su Sant’Ambrogio, da sempre borgo complementare all’abbazia simbolo della Regione Piemonte: non farebbe il caso vostro una visita guidata gratuita condotta da un’archeologa esperta del territorio?

Per l’estate 2020 segnaliamo tre appuntamenti con visite gratuite aperte a tutti:

  • Sabato 4 luglio 2020: partenze ore 16-17,30
  • Sabato 1° agosto 2020: partenze ore 16-17,30
  • Domenica 20 Settembre 2020: mattina 10-12,30; pomeriggio 14,30-18. Evento nell’ambito dell’XI Giornata dell’Archeologia, con un concerto di musica medievale dal vivo dalle ore 16,00.

A causa dell’emergenza COVID-19 la prenotazione è obbligatoria e si può effettuare comodamente inviando una mail a roberta.crisara04@gmail.com o contattando i canali Facebook o Instagram.

Vi aspettiamo! Se non potrete essere presenti, vi invitiamo comunque a leggere un approfondimento su Sant’Ambrogio a questo link, che illustra un percorso per curiosi all’interno del centro storico: Cosa vedere a Sant’Ambrogio

+

Per gli amanti dei picnic: arriva il mercatino dei produttori locali ogni domenica mattina

Novità dell’estate 2020: nel centro storico di Sant’Ambrogio ogni domenica mattina vi potrete imbattere nel nuovo mercatino dei produttori locali in Piazza Abbadia, per gustarvi uno spuntino a km 0!

Sarà sufficiente una deviazione di meno di 90 metri dal percorso di ritorno della ferrata dalla mulattiera, quindi vi invitiamo a curiosare 😊

Mercato produttori locali-sant-ambrogio

 

+

Riapertura in sicurezza della Ferrata Giorda della Sacra di San Michele

A seguito delle operazioni di manutenzione e del collaudo svolto ieri dalla società AltoX, la ferrata da oggi (22 maggio 2020) è nuovamente riaperta, pronta per la stagione estiva… Buon divertimento a tutti! E non dimenticate di condividere le foto su Instagram con gli hashtag #visitsantambrogio e #ferratadellasacra 😊

+

Il ponte tibetano della Ferrata della Sacra di San Michele: 90 metri di divertimento

In Piemonte, a mezz’ora d’auto o di treno da Torino, la via ferrata della Sacra di San Michele dal 2016 offre agli escursionisti un’esperienza nell’esperienza: un ponte tibetano lungo 90 metri situato a metà percorso, nel passaggio tra due speroni rocciosi del Monte Pirchiriano.

Si tratta di un ponte tibetano nuovo e sicuro, costituito da gradini metallici e situato in posizione aerea e panoramica, al di sopra di un vallone che arriva sino al fondovalle.

PONTE-TIBETANO-FERRATA

Partendo da Sant’Ambrogio di Torino, la via ferrata Carlo Giorda conduce alla scalata del Monte Pirchiriano sino a raggiungerne la vetta, dove si trova la Sacra di San Michele, monumento simbolo della Regione Piemonte e architettura religiosa medievale di grandissimo interesse. Quello della ferrata è un percorso lungo e avventuroso (ma non difficile!) che si snoda sulle numerose placche rocciose che si susseguono sul versante nord della montagna e che è ben spiegato in questa pagina: Caratteristiche e informazioni tecniche della ferrata.

MAPPA FERRATA SACRA SAN MICHELE

Scaricate la mappa cliccando qui

Il ponte tibetano è facilmente raggiungibile da Torino in treno in automobile, come spiegato più diffusamente nella sezione Informazioni pratiche e accesso alla ferrata.


Se poi state organizzando una giornata all’insegna dello sport e della curiosità, vi invitiamo a scoprire cos’altro ha da offrire il territorio di Sant’Ambrogio, nella sezione Esplora i dintorni. Vi aspettiamo!

ATTENZIONE: Ferrata chiusa per l’emergenza COVID-19

Si comunica che, considerata l’emergenza nazionale causata dal COVID-19, ed in particolare le prescrizioni governative e la volontà di preservare l’impegno del settore sanitario e del volontariato sul territorio, la Ferrata Carlo Giorda rimarrà temporaneamente chiusa fino al cessare dell’emergenza.

Grazie a tutti per l’osservazione di questo divieto e la comprensione.

+

Un punto ristoro ai piedi della Ferrata: il bando per la gestione scade il 31 marzo 2020

Vi piacerebbe gestire il punto di ristoro del Laghetto dei Camosci, ai piedi della Ferrata Giorda, oppure conoscete qualcuno che potrebbe essere interessato?

Fino al 31/03/2020 sarà possibile presentare la propria manifestazione d’interesse per l’affidamento in gestione del punto di osservazione naturalistico: per informazioni e per scaricare la modulistica, cliccate qui.